sabato 28 luglio 2007

DIARIO DI BORDO 11


Oggi ho rivisto dopo 25 anni il mio compagno di banco del liceo. Anzi , compagno di banchi, perché lo cambiavamo a seconda della lezione. Si chiama Salvatore ed è diventato un fantastico scultore (con lui ho ritrovato anche Riccardo, ma è un'altra storia).
Ha una bottega in Via dei Tribunali a Napoli e fa cose davvero interessanti . Del liceo non ho ricordi del tutto felici, la cosa strana è che questa settimana, oltre a lui, ho rivisto nel mio viaggio a Perugia , anche Eleonora Albanese, altra mia compagna di classe con cui non avevo rapporti da anni.
Mi sembra in questo modo di aver ricucito uno strappo nella mia vita, di aver chiuso una parentesi per aprirne, spero, un’altra.
Con Salvatore subito si è parlato di collaborazione e progetti insieme.
Qui di fianco una sua opera, poi ho linkato il suo blog.

3 commenti:

notimetolose ha detto...

Vengo proprio dal blog di Salvatore che conosco "solo " da quattro anni e che avrei voluto avere come compagno di scuola. Mi retengo fortunata ad averlo ora come compagno di web.

Kaoscalmo ha detto...

Amico mio ti ringrazio del bel regalo..pura emozione di colori, complicato e leggero al tempo stesso..una vita a tinte forti. un abbraccio e a presto...la montagna incantata mi aspetta.

Valeria ha detto...

E' stata una piacevole sorpresa ritrovare il tuo blog nuovo. Un saluto da chi ti ha visto all'opera, da chi ha scambiato poche parole con te un po' di tempo fa. Poi le "conoscenze" cambiano..ho smesso di frequentare certe persone/luoghi.
Complimenti per quello che fai.